Post

Esiste una sola una razza, quella umana!

Immagine
Periodicamente, in particolare durante crisi legate ad immigrazioni di massa o durante la campagna politica, riemergono argomentazioni razziste sulla presunta superiorità biologica di una così detta “razza bianca”, inesistente per la scienza. Hanno fatto scalpore in particolare le parole dell’attuale presidente della regione Lombardia, Attilio Fontana, che in un’intervista alla radio durante la recente campagna elettorale ha parlato di ‘razza bianca a rischio’.
Bisogna ricordare ancora una volta che la biologia dà per assodato che i componenti della specie homo sapiens ( che siamo noi ), costituiscono un unico insieme omogeneo e quindi le diversità fisiognomiche dei vari gruppi etnici si spiegano attraverso l’adattamento all’ambiente, basato sulla teoria evoluzionistica di Darwin, e non dal punto di vista genetico .

Per la biologia e per le scienze in generale vi è un ampio consenso che il termine razza è inutilizzabile se riferito all'uomo. Anzi, viene esclusivamente usato in ter…

“SE TI CAPITASSE IN MANO UN GIORNALE …”

Immagine
Se già la generazione dei Millennials non è abituata a dedicare del tempo alla lettura di un giornale, la iGen (tutte le persone nate dopo il 2000) conosce i giornali cartacei quasi solo “per sentito dire”. Tralasciando il crescente disinteresse per l’attualità che sembra diffondersi tra i giovani come una malattia, con l’avvento di Internet una notizia impiega pochissimo tempo a diffondersi ed è disponibile sullo smartphone prima ancora che possa essere stampata da un quotidiano, anche se non sempre con la stessa qualità. È logico allora che risulta poco pratico andare a comprare un giornale, mentre sono quelli on-line a ottenere maggiore attenzione. Resta il fatto che i giornali locali sono sempre meno apprezzati dai giovani, quasi a voler evadere dalla piccola comunità per sentirsi parte di un mondo che corre. Poco importa quindi se bisogna demolire una struttura abusiva fuori dal paese in cui abiti, quando Trump sta decidendo le sorti del mondo in un confronto con il dittatore nord-…

I luoghi consumati di “Mad World”

Immagine
All around me are familiar faces, worn out places, worn out faces…”Tutt’intorno a me ci sono visi familiari, luoghi consumati, facce consumate…” Così esordisce la celebre canzone dei Tears for Fears, ormai reinterpretata da molti artisti del nostro ventennio. La cover del 2002 di Gary Jules è certamente la più conosciuta, ma altre valide versioni sono state propostJasmine Thompson, Adam Lambert , Twenty One Pilots e Imagine Dragons (dei quali personalmente prediligo). e da:
Il brano originale, però, è stato partorito nel 1982 dal chitarrista della band all'inizio menzionata, Roland Orzabal, ispirato dal comportamento delle persone durante la sua residenza a Bath. Nonostante i punti di vista da cui il pezzo possa essere ascoltato, il messaggio che vuole inviarci è unico e chiaro da interpretare. Tutti, per quanto differenti possiamo essere, ci alziamo la mattina e sappiamo che verremo erosi dalla solita routine, non concentrandoci nemmeno più sulle nostre azioni, poiché le co…

Saluzzo-Plana COMICS CONTEST 2018

Immagine
Saluzzo-Plana Comics Contest Mail: spcc@saluzzo-plana.gov.it
III Edizione È indetto il bando per la terza edizione del concorso “Saluzzo-Plana Comics Contest”.
Regolamento 1.Il contest è rivolto: a.agli studenti delle scuole secondarie di primo grado del Comune di Alessandria che si dovranno misurare nella realizzazione di un'opera a fumetti avente come tema “Salvare l’ambiente: una mis-sione da supereroi?’ b.agli studenti delle scuole secondarie di secondo grado dell'intera Provincia di Alessandria che si dovranno misurare nella realizzazione di un'opera a fumetti a partire dal tema “Il sosia: il mito della somiglianza da Plauto ai giorni nostri”. 2.Il fumetto potrà essere realizzato anche attraverso la collaborazione fra più studenti.
3.Oggetto del concorso è la realizzazione di un’opera con le seguenti forme e dimensioni: Da minimo due fino a un massimo di quattro tavole a fumetti, di formato minimo: cm 21x29,7 - formato massimo: cm. 29,7x42. 4.Le opere realizzate e fir…

IL PRIGIONIERO

Immagine
Vorrei scorticare questa pelle
d'uomo perché la mia distanza dalle stelle è un ergastolo di solitudine che sconto nella cella della mia inettitudine
alla vita, di cui sono affamato, ma nel carcere che chiamo passato o vuoto o sconfitta frequente al prigioniero non è dato un pasto decente.
Non anelo ad un'esistenza meno avversa perché non ve ne è una diversa e forse la compianta felicità
era un cocktail alla fiera dell'iniquità, ma in questa gabbia di derisione non muore il sogno d'una rivoluzione.

Ernesto Tempo (Riccardo Maggi)

CALDE NEVICATE

Immagine
Bramando vomitare
coccolato dalla spuma del mare scorsi un paradiso artificiale di vetro e cenere astrale;
alcolizzato ogni istinto di lucidità in un teatro di falsi vivi presuntuosi della loro verità, calchi consolanti, mai comprensivi.
Ah!Ero molto più bastardo di voi, impiccato da lacrime bloccate umiliato dai miei stessi eroi
passeggiavo tra calde nevicate giocando con l'anima a carte e volevo spegnere la luce

Ernesto Tempo (Riccardo Maggi)

GIOCATORI

Immagine
1° giocatore
La notte è alle porte, la bettola ancora chiusa. Mentre aspetto al gelo mi specchio nelle facce dei passanti grigie e tiepide come fumo di ciminiera. L’ho detto a mia moglie, questa notte è quella buona.
2° giocatore
L’altra notte ho fatto un sogno C’ era un’isola , un vento caldo. Guardavo unacittà dall’alto Bianche vele mi salutavano . Quella vista ancora mi acceca nel buio delle vie.
3° giocatore
Il mio capo al lavoro ha tessuto le mie lodi, la mia vicina mi ha sorriso. Questa notte lo so,sarà diverso. Le monete tintinnano nelle mie tasche come musica , sia quel che sia Voglio togliermi una soddisfazione.
4° giocatore
Non sapevo dove andavo. Dietro un vetro sporco I colori delle cartebalenavano come fiamme Sprofondato nella mia sedia ho sfiorato mille tesori lo sguardo di una vergine mi ha rincorso.



I giocatori in coro
Vogliamo soltanto toglierci qualche soddisfazione fare quello che tutti gli altri fanno così bene, mangiare senza fame e bere senza sete, conf…